Recupero cani con problematiche comportamentali

Molte volte in questi casi è sbagliato l’approccio; bisogna porsi diverse domande:

  • Cosa fa bene al cane?
  • Cosa aiuta un cane problematico?

L’attenzione non deve essere focalizzata sul comportamento problematico, ma sul cane: chi è, cosa vuole, come si sente. Se il cane vive in famiglia, nell’analisi deve essere compreso anche il proprietario/i proprietari. Spesso è inutile cercare di modificare il comportamento problematico nelle situazioni in cui si manifesta.

E’ molto più efficace dare al cane gli strumenti per cambiare il proprio comportamento, piuttosto che forzarlo a cambiare; bisogna Migliorare la qualità della sua vita Valutare lo stato fisico, emotivo, le relazioni sociali. La regola è aggiungere positivo, ridurre lo stress.

L’apprendimento e l’addestramento aiuta il cane a sviluppare la capacità di collaborare, comunicare, e trovare soluzioni positive ai problemi. Quando il cane esibisce comportamenti sgraditi dobbiamo sempre chiederci se in quella situazione è emotivamente in grado di comportarsi in un altro modo.

Se non lo è, se non sa fare di meglio, non è sano metterlo in quella situazione. Dove non arriva la fiducia, deve intervenire una gestione sicura. La soluzione migliore per noi, la più semplice e la più veloce, è raramente la soluzione migliore per il cane. La differenza tra noi e il cane, è che noi possiamo scegliere. Il cane subisce le nostre scelte.

I comportamenti Aggressivi dei cani

Recupero cani con problematiche comportamentali di aggressività

Spesso I comportamenti aggressivi (che non implicano esclusivamente il morso ma anche ringhi e abbai) possono avere diverse cause: paura, competizione, irritazione, eccitazione, incapacità di controllo del morso, mancata socializzazione ecc.. Riveste una notevole importanza comprendere che tali comportamenti non si possono semplicemente far risalire alla razza, ma che le motivazioni alla base sono multi-fattoriali, legate, spesso, alla storia del singolo cane (soprattutto al suo sviluppo comportamentale).

Ansia da separazione del cane

Recupero cani con problematiche comportamentali con ansia da separazione

Alcune volte si assiste invece ad un’Ansia da Separazione: Con questo termine s’intendono una serie di comportamenti (abbai, ululati, distruzioni di oggetti o di porte e finestre, urinazioni o defecazioni in casa) attuati dal cane in assenza del proprietario. Le cause in verità possono essere sì legate a disturbi ansiosi ma anche a disturbi competitivi, deficit di autocontrollo, frustrazione, ecc.

Le paure dei cani

Recupero cani con problematiche comportamentali di paura

Altre volte il cane ha delle vere e proprie Paure: Il cane può presentare diversi comportamenti legati alla paura come la fuga, l’immobilità o l’aggressione. Se i comportamenti di paura non sono motivati da un’oggettiva situazione di pericolo possiamo parlare di comportamento patologico. Le paure patologiche sono comunemente legate a fobie (se la paura ha un motivo scatenante ben identificato) o ansie (se qualsiasi stimolo non conosciuto la scatena). Alla base possono esserci dei disturbi dello sviluppo comportamentale che hanno causato un carattere “fragile”, traumi, disturbi della comunicazione o altro.

E’ molto importante non sottovalutare i campanelli d’allarme che i nostri amici a quattro zampe ci inviano, poiché sono sempre segnali di malessere psichico, ampiamente recuperabili.

Presso la nostra Associazione, troverai professionisti in grado di risolvere questi problemi.

 

Clicca Qui!

Vuoi iscriverti alla nostra Associazione?

Fissa un appuntamento Gratuito e senza impegno!
Clicca Qui!